Storia del moto club - Moto Club Città di Tempio

logo moto club città di tempio
logo 60° anniversario
60° ANNIVERSARIO 1961-2021
Vai ai contenuti
Ultime notizie

Storia del  Moto Club Città di Tempio

Nel 1961 nasce a Tempio Pausania il primo Moto Club sardo, ha il numero di matricola FMI 0227 e si chiama Moto Club Città di Tempio.

Nasce grazie alla passione e all’impegno di un gruppo di amici, sportivi e appassionati della disciplina, desiderosi di coinvolgere i giovani dell’epoca. In Sardegna non si era mai assistito a uno spettacolo motoristico, si trattava di una vera novità: si cominciò con un motoraduno e con i Gokart capaci di coinvolgere un buon numero di piloti giunti da tutta l’isola.  Solo nel 1969 si cominciò a parlare di Motocross e per vivere lo spettacolo, fu allestito il primo tracciato in località Bosco Littorio, oggi Pineta San Lorenzo. Quella prima prova vide impegnati alcuni fra i personaggi destinati a segnare la via anche per i motocrossisti degli anni seguenti: Michele Asole, Salvatore Biosa, Giovanni Spano e Leonardo Gherrino, Antonello Luzzu, Vannino Musselli e Piero Cossu, Gavino Asole, Salvatore Spano, Mario Musselli e Paolo Azzena.

Il passare degli anni fece nascere l’esigenza di un tracciato permanente, fu così che il Moto Club Città di Tempio, realizzò una pista in zona Pischinaccia, sulle colline tempiesi di San Giorgio, per effettuare gare regionali, provinciali e trofei.  Ai piloti tempiesi impegnati in quelle gare, si aggiunsero: Nicolino Biancareddu, Giovanni Pes, Domenico Peru, Osvaldo Cugini, Andrea Peru Battista Sanna e Salvatore Spano.

Per permettere un sano e spettacolare confronto sportivo, nacque l’idea di organizzare dei Meeting, aperti alle realtà nazionali provenienti da Piemonte, Toscana e Lazio.  Arrivò anche la prima e unica gara di Campionato Italiano in Sardegna di Supermarecross, organizzata sulla spiaggia di Vignola.  Gli anni 70 saranno ricordati anche per le partecipazioni dei piloti di casa a Campionati e nazionali che videro in pista Nicolino Biancareddu e Giuseppe Asole. Al Trofeo Nazionale del Motor Show di Bologna partecipò Antonio Fadda; per tutti la convocazione arrivò dalla Federazione Motociclistica Italiana.
 
Gli anni 80 furono quelli del consolidamento; l’Amministrazione comunale tempiese realizzò e inaugurò il primo Crossodromo intitolato a Sergio Bruschi, già presidente del club. Da quel momento il club riuscì a programmare la propria attività sportiva, agonistica, amatoriale e turistica; aprì le porte ai piccoli e nel 1985, con l’avvallo del Comitato Regionale Sardegna FMI, nacque la categoria  Minicross per bambini dai 7 ai 12 anni. Dieci anni più tardi la Federazione Motociclistica Italiana, affidò al club una gara di Campionato Italiano Minicross per sostenere e incrementare la proficua attività svolta negli anni.  Fu l’inizio di un lavoro intenso che permise ai giovanissimi talenti tempiesi di partecipare a Campionati Italiani e a Trofei Nazionali. Fra tutti, brillò per i risultati ottenuti il pilota Guido Tamponi.  Gli anni 2000 furono caratterizzati da presenze ed eventi indelebili: dal 2008 al 2010, per la prima volta un pilota sardo, Antonio Tiveddu, partecipò al Campionato del Mondo MX3, ottenendo ottimi risultati.  Nel 2009, a Faenza nella classe MX1, al fianco dei big mondiali della disciplina, Antonio gareggiò mantenendo alta la bandiera del Club.
 
Il 2011 fu l’anno del 50° compleanno; il Club organizzò una due giorni di festeggiamenti capaci di ripercorrere gli anni passati e le tappe fondamentali per la crescita del club. Testimonial d’eccezione fu la famiglia di Marco Simoncelli campione della MotoGp deceduto nel 2010 durante una gara di Campionato del Mondo in Malesia. Il legame con la famiglia Simoncelli continuò anche nel 2012, quando il club organizzò una manifestazione di turismo sportivo dedicata al giovane Marco.  Il 2013 fu l’anno del Mondiale Enduro ISDE, per il quale il Club Tempiese, fu incaricato dalla FMI di organizzare l’ultima prova della sei giorni sulla pista del Crossodromo Sergio Bruschi.   Il pubblico delle grandi occasioni gremì gli spalti, oltre 10.000 persone seguirono uno spettacolo sportivo unico con un’importante esposizione mediatica grazie alla presenza di media nazionali impegnati in dirette internazionali.  
 
Gli ultimi anni dal 2014 a oggi, hanno visto il club impegnato nella gestione rutinaria di eventi e gare regionali, che hanno permesso al gruppo di confermare la passione per la disciplina e l’impegno verso piloti e Federazione FMI.
logo moto club città di tempio

Moto Club Città di Tempio

07029 Tempio Pausania - Via Lentini 6

C.F./P. IVA 01918420900
e-mail: mc.cittaditempio@gmail.com
PEC: mc00227@pec.federmoto.it
Web design Web and Marketing
tel. 351.9863944
Torna ai contenuti